09.04.2016 | Chiusura molto positiva per L’8° Compotec e il 14° Seatec

8 APRILE. CHIUDONO I BATTENTI L’8° COMPOTEC E IL 14° SEATEC CON LA SODDISFAZIONE GENERALE DI ESPOSITORI, VISITATORI E ORGANIZZATORI.

I due eventi professionali, unici in Italia e nel Sud Europa dedicati rispettivamente al settore dei materiali compositi e alle loro molteplici applicazioni e alla tecnologia, alla componentistica, al design e alla subfornitura applicate alla nautica da diporto, confermano alla chiusura del terzo giorno il clima positivo, della vigilia. Aumentano i visitatori e la soddisfazione degli operatori.

Compotec e Seatec organizzati da CarraraFiere, hanno chiuso i battenti delle edizioni 2016, rispettivamente l’8ª e la 14ª, confermando quel clima migliorato all’insegna dell’ottimismo per un rinnovato interesse del mercato per la nautica, già concretamente percepito in questo primo trimestre 2016.

Da quest’anno è cambiato il sistema di conteggio degli ingressi, basato non più sul numero totale di visitatori bensì sul numero di aziende che hanno atteso alla visita delle mostre. Le aziende accreditate sono state 1800, con unaumento totale dei visitatori del 42% rispetto alla scorsa edizione. Questo risultato è il frutto di un lavoro intenso svolto dallo staff di CarraraFiere, sotto la guida del nuovo management, che ha fortemente implementato i rapporti commerciali e le strategie di marketing e ha stretto e rafforzato sinergie con partner importanti quali RINA, Nautica Italiana e Navigo. Da ricordare l’accordo siglato tra CarraraFiere e Nautica Italiana, la nuova associazione che riunisce i più prestigiosi cantieri e produttori di componenti italiani, che aveva individuato in Seatec, unico salone italiano nel suo genere, territorialmente strategico per il distretto nautico spezzino-apuo-versiliese-livornese, la manifestazione tecnica da inserire nel proprio piano strategico.

Il lavoro svolto e l’impegno profuso hanno portato buoni frutti: tra le 1800 aziende accreditate per la visita alle manifestazioni, sono stati registrati primari cantieri italiani che sono ritornati a visitare le kermesse di CarraraFiere dopo anni di assenza. Ottima performance di Compotec che ha registrato un aumento di espositori pari al 25%.

All’interno del ricco palinsesto di convegni, workshop formativi e seminari, che rappresenta un unicum nel panorama dei saloni professionali generalmente concentrati solo sull’esposizione e commercio del prodotto, hanno avuto un successo di pubblico totale – con ascoltatori e partecipanti in piedi – il convegno Myda sul “Natante Entry Level” a cui hanno partecipato tre centri di formazione di yacht designer e numerosissimi studenti, il convegno organizzato dal Rina e da MSC Software sulle “Tecnologie di simulazione in ambito nautico”, il workshop organizzato da Octima su “Stampa 3D e tecnologie additive”, il convegno organizzato da Ascomac “La filiera della nautica sostenibile per la blu economy”, il workshop organizzato da Seatec su “Propulsione diesel-elettrica applicata allo yachting” e la conferenza organizzata dall’Ordine degli Architetti di Massa-Carrara, in collaborazione con Mapei “Sistemi innovativi per l’abbattimento della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti”.

Altrettanto successo di pubblico ha riscosso la quarta edizione dello studio promosso da CNA e realizzato da Lorenzo Pollicardo su “Dinamiche e prospettive di mercato della filiera nautica del diporto”, in cui è stata riconfermata la posizione di leadership assoluta dell’industria italiana del superyacht, seppur con l’evidenziazione di un certo numero di scafi in “hold”, ovvero in attesa di finitura o in attesa di un compratore, essendo stati costruiti in speculazione.

La consolidata e pluriennale collaborazione con Ice/Ita, Italian Trade Agency per l’invito di operatori stranieri si è notevolmente espansa nelle edizioni 2016, che hanno allargato ulteriormente le occasioni di incontro diretto attraverso match-making B2B degli espositori di Compotec e Seatec, 80 operatori esteri rappresentanti della cantieristica, del refit,  della distribuzione e delle industrie dei compositi, provenienti da 32 paesi europei ed extra-europei, con una copertura territoriale e di mercati pressoché completa, hanno partecipato nel corso delle prime due giornate a oltre 1.500 incontri B2B.

I business meeting e la loro pertinenza con gli interessi degli operatori sono stati organizzati con il software Like Event, un metodo di organizzazione, conduzione e gestione di match-making gestito dell’agenzia Uplink e condiviso con Navigo, che da anni organizza incontri professionali bilaterali utilizzando il software e si è attivato nella ricerca dell’innovativo strumento digitale che ha permesso di raggiungere questi risultati. Navigo è l’organizzatore della 6ª edizione di Yare, svoltatasi contemporaneamente e contestualmente a Seatec e Compotec. Alla 6ª edizione di Yare hanno partecipato 100 comandanti internazionali di grandi yacht fino a 100 metri e 120 imprese italiane ed estere, tra cui cantieri nordeuropei costruttori di gigayacht.

Nella giornata di giovedì 7 aprile Yare ha gestito 1.600 incontri B2C tra i comandanti e le aziende, raddoppiando di fatto gli incontri rispetto alla scorsa edizione.

La contemporaneità e la contestualità delle manifestazioni, il nutrito palinsesto di convegni e workshop, la collaborazione di enti di primissimo livello e importanza, hanno contribuito tutti insieme alla riuscita di queste edizioni, che chiudono quindi con un bilancio più che positivo.

“Abbiamo lavorato con determinazione e rinnovato ottimismo – dice Fabio Felici, presidente di CarraraFiere – per proporre un appuntamento in grado di rispondere alle attese degli operatori del settore e capace di contribuire, con la sua offerta, al rilancio dell’industria nautica italiana. Seatec e Compotec oltre a rappresentare al meglio l’offerta tecnica dell’industria nautica e dell’industria dei compositi, vogliono proporre aree d’interesse sempre nuove, capaci di rappresentare proposte e opportunità emergenti ”.

“Voglio condividere il successo di questa edizione – dichiara Luca Figari, Direttore di CarraraFiere – con lo staff che ha lavorato con impegno ed entusiasmo,  con i partner che hanno creduto nel nostro progetto e con Ice/Ita, Italian Trade Agency, che ha aumentato notevolmente il contributo economico consentendoci di invitare ottanta operatori esteri provenienti da trentadue Paesi che hanno incontrato le aziende espositrici in un’ottica di sviluppo di nuovi rapporti commerciali”.

Arrivederci al 9° Compotec e al 15° Seatec!

Seatec/Compotec
Ufficio Stampa Roberto Franzoni
+39 348 5405758 r.franzoni@carrarafiere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *